06/05/08

Zurament dal Consei regjonâl

Vuê a àn zurât i gnûfs conseirs regjonâi. Il Comitât 482 al à invidât ducj a zurâ inte lôr lenghe proprie cuntune letare che o cjatais intal prin coment. Ve chi la liste dai conseîrs che a àn doprât une des lenghis propriis de nestre tiere par zurâ. A àn zurât ancje par furlan: De Mattia - LN; Baiutti - PD; Brandolin - PD; Brussa - PD; Franz - Lega; Iacop - PD; Menis - PD; Menosso - PD; Molinaro - UDC; Picco - LN; Violino - LN. A àn zurât ancje par sloven: Brandolin - PD; Gabrovec - Slovenska Skupnost; Kociančič - Çampe - Arc di S. Marc.

2 commenti:

Matieu ha detto...

Egregio Presidente

Egregia Consigliera / Egregio Consigliere

Con la presente lettera Le esprimiamo le nostre congratulazioni per la Sua elezione in questo rinnovato Consiglio Regionale.
Da anni il nostro Comitato, che riunisce associazioni friulane, slovene e germaniche, è impegnato nella difesa dei diritti linguistici delle diverse comunità che compongono e rendono unico il Friuli – Venezia Giulia. Ci auguriamo dunque che, anche in questa legislatura, si possano produrre dei passi avanti in tale ambito.
Crediamo che un primo segnale di attenzione e di sensibilità verso tali tematiche possa giungere già in occasione del giuramento, previsto dall'art. 17 dello Statuto regionale, che secondo l'art. 1, comma 2 del Regolamento consiliare, può essere prestato anche “in una delle lingue dei gruppi linguistici della regione”.
Per tale ragione e contando sulla Sua sensibilità, Le rivolgiamo il nostro invito a giurare anche in friulano, sloveno e tedesco. Sarà un contributo che, crediamo, non saremo gli unici ad apprezzare.
Certi di farLe cosa gradita, dunque, Le proponiamo il testo del giuramento (“Giuro di essere fedele alla Repubblica e di esercitare il mio ufficio al solo scopo del bene inseparabile dello Stato e della Regione”) anche in
friulano: “O zuri di sei fedêl ae Republiche e di esercitâ il gno compit cul fin sôl dal ben inseparabil dal Stât e de Regjon”,
sloveno: “Prisegam, da bom zvest Republiki in da bom opravljal svoje dolžnosti z namenom doseči neločljivo blaginjo države in dežele”,
e tedesco: “Ich schwöre, der Republik treu zu sein und mein Amt sum alleinigen Zweck des untrennbaren Wohles von Staat und Region auszuüben”.
Distinti saluti.

Udin, 05/05/08


I coordinatori del Comitato 482
Giovanni Pietro Biasatti - Luigi Geromet - Jole Namor - Carlo Puppo

Jaio ha detto...

Zurât cê? S'al é par zurâ fedeltât a une republiche dome par podê zontâ le peraule regjon daûr, al sà di nuje.Il contrari al sarès plui interessant e s'al fos di zurâ fedeltât dome ae regjon al sarès alcaltri. Achi al somee al cjan ch'al bae par ringraziâ il paron pal vuès:-)